giovedì 3 novembre 2011

3 Modi per dire "MINI MELISSA"


Mini Melissa + Vivienne Westwood


Mini Melissa + Vivienne Westwood Anglomania, Mini Melissa Ultragirl e Mini Melissa Aranha + O Pequeno Príncipe sono i tre nuovi modelli (rigorosamente in gomma) lanciati dal brand Melissa per le baby fashion victim. Il brand brasiliano più famoso al mondo per la creazione di scarpe di gomma si arricchisce di una nuova sezione. Mamme di tutto il mondo! Se la moda è il vostro “tarlo”, se non vi perdete una novità fashion allora le nuove creazioni di Melissa fanno per voi (soprattutto se voi mamme ne avete già un paio). Volete mettere l’abbinamento delle scarpe mamma-figlia?!?!? Vivienne Westwood propone la più classica delle ballerine, con un morbido passante e la maxi fibbia sulla punta, nei colori nero, bianco, celeste e rosa. Ultragirl invece ridimensiona il peep toe con maxi fiocco sulla punta e passantino con chiusura il felcro, in rosso, blu, nero e rosa. Infine Arahan si ispira al Piccolo Principe e ridisegna il semplice sandalino arricchendolo di stelline d’orate, a scelta in bianco, nero, rosa, rosso, celeste e oro. Dove comprarle (a partire da 50€ !) www.littlefashiongallery.com, www.melissaaustralia.com.au o www.childrensalon.com.


Mini Melissa Ultragirl
 
Mini Melissa Arahan Piccolo Principe







venerdì 7 ottobre 2011

MANGO lancia la Serie Web-Fashion!

Il potere del marketing: una serie tv (ops… web) per promuovere una nota marca di abbigliamento! Proprio così Mango, il famoso marchio fashion di abbigliamento donna e uomo, da oggi ha lanciato la sua personalissima Serie Web: “WSIW – What Should i wear by Mango!. Un po’ “Sex and the City” un po’ “Gossip Girls”, la serie di Mango si svilupperà su sei episodi (pubblicati ogni giovedì sul sito) incentrati sulla vita nel sfavillate New York (potevano scegliere un’altra città??) di quattro donne in carriera Taylor (Fernanda Romero Attrice, Modella e Cantante), Julia (Nicole Steinwedell Attrice già vista in “A single man” e “La verità è che non gli piaci abbastanza”), Sarah (Eli-Jane Speier Modella e Cantante) e  Alyssa (Alyssa Pridham Cantante). Le ragazze, mentre le loro giornate scorrono tra lavoro, pause caffè, passeggiate cittadine e uscite serali, indossano soltanto abiti Mango e i vari outfit delle quattro protagoniste scorrono sotto il video, divisi per indumento, scarpe e accessori. Insomma guardi l’episodio, noti un particolare  abito o accessorio che ti piace, lo clicchi e lo acquisti….facile no?!?!? Nel telefilm si parte già con qualche special guest: nel primo episodio il leader degli U2 è fermato da una delle protagoniste per la strada (sarà lui o non sarà lui??). Se vi siete perse il primo episodio date un’occhiata qui!
By N9

martedì 27 settembre 2011

Case sull'albero: dove dormire e mangiare!

Sì, se ci potessi andare (soldi? ferie? aereo?), io prenoterei anche subito. Sto parlando del Ristorante Nana Harbor Diner a Onoyama in Giappone costruito su un albero (o almeno sembra che sia un vero albero ma pare non lo sia, oh i giapponesi replicano davvero di tutto!!!) e che si affaccia direttamente sull'oceano.
Questo bel ristorante propone specialità orientali di cucina giapponese, cinese, thai e indiana a modiche cifre, peccato che per noi il conto risulti un po' salato a causa del volo intercontinentale. Se il Giappone non vi ispira ma pensate di fare una capatina in Nuova Zelanda, a Auckland, immersi nella foresta potrete cenare in uno degli Yellow Tree House, bar-ristoranti a 12 metri di altezza sulle secolari sequoie. I ristoranti (perchè sono più d'uno) offrono 18 posti a sedere e la cosa bella è che le strutture in legno possono essere rimosse in qualsiasi momento ed essere reistallati su altri alberi, in altre parti del mondo!
Ok, ok siamo sempre troppo lontani, ma ci credete che possiamo avvicinarci molto? Tra New Castel ed Edimburgo, in Inghilterra, all'interno del parco Alnwick Garden potrete pranzare, cenare o semplicemente fare uno spuntino nel "The Treehouse", la casa più grande al mondo costruita sugli alberi. Cosa si mangia? Carne e pesce locale, insalate e dessert, accompagnate da birra o bibite. Prezzo medio (2 portate + dessert) 40€.
Adesso potete farci un pensierino? Se la risposta è no, l'ultima mia opzione è tutta italiana, ma non si tratta di un ristorante: La Piantata a Viterbo è un B&B davvero incantevole dove, tra le varie soluzioni di soggiorno, offre anche due casette sull'albero. In realtà si tratta di due suite sospese sui rami di due giganteschi alberi. Il prezzo è sostenuto (330€ a notte) e per prenotare una notte in questo incanto sospeso ci vogliono mesi di attesa...c'è una lista di attesa lunghissima!!! Ma ne vale davvero la pena!
byN9

sabato 17 settembre 2011

GROUPON & CO.: W I GRUPPI D'ACQUISTO

In principio fu CityDeal, meglio conosciuto come Groupon, poi vennero tutti gli altri. E' passato poco più di un anno dallo sbarco ufficiale in Italia dei gruppi di acquisto online (e-commerce) è il trend è inarrestabile e "contagia" sempre più persone (non poteva essere altrimenti!!). Ma in che cosa consistono questi gruppi di acquisto online? In sostanza ogni giorno questi siti pubblicano delle offerte promozionali (detti Deal, cioè affari) con sconti che arrivano anche al 90% del prezzo ufficiale, divisi per categoria e per città. Le promozioni possono riguardare servizi (sedute estetiche, cene al ristorante, biglietti per i concerti), viaggi, abbigliamento o elettronica, insomma tutto ciò che è acquistabile e legato ad un dato negozio. Lo sconto si concretizza solo al raggiungimento del minimo dei partecipanti. L'utente si registra al sito, aderisce all'offerta pagando online (via pay pal o carta di credito) opzionando il Deal, i soldi vengono scalati solamente quando e se viene raggiunto il numero minimo di adesioni. A quel punto si riceve via email un coupon con un codice da presentare presso il negozio della promozione e il gioco è fatto! E in tempi di crisi come questi la nascita di questi e-commerce non poteva essere più azzeccata! Letsbonus per esempio propone deal con sconti fino al 70% su viaggi, shopping e servizi in genere: i deal hanno una durata di 24 ore e possono essere "consumati" entro 6 mesi; inoltre se li "raccomandate" ai vostri amici potrete avere 5€ di sconto. Anche Groupalia propone deal su viaggi, shopping e servizi di vario genere (cene, trattamenti beauty etc) ma qui gli sconti possono arrivare fino al 90%, in più c'è la versione App per tablet e iphone! Groupon funziona come i precedenti ma punta maggiormente l'attenzione sui servizi (cene, concerti, trattamenti estetici) scontati fino al 70%; anche qui invitando gli amici si può ottenere un buono sconto di 6€ sul loro primo acquisto. Tutti questi gruppi di acquisto consentono di "condividere" il deal con i propri amici attraverso Facebook, Twitter o una semplice email, così raggiungere il minimo dei partecipanti risulterà più semplice! Tra i nuovi nati segnaliamo Yoodd che, diversamente dagli altri, consente di acquistare (a prezzo pieno però) il Deal anche se il minimo dei partecipanti non è stato raggiunto. Offerum è agli inizi ma promette bene, gli sconti arrivano fino all'80% e ha un programma di accumulo punti per ciascun amico invitato, punti che si tramutano in sconto cumulabile! Infine segnaliamo Prezzo Felice, qui lo sconto è di almeno il 50% e gli acquisti possono anche esser fatti telefonicamente. Non rimane che provare ad accaparrarsi un Deal nella propria città!!!!

sabato 6 agosto 2011

IMMOBILI ORIGINALI E LOW COST? LO STATO CI AIUTA





Ex-casello di Bardolino (A. Ferracuti, 1970)
 La mia curiosità non ha limiti lo confesso. Sono capace di mettermi a caccia di idee, novità e suggerimenti in ogni campo. Non prendetemi per pazza….la curiosità è donna, non si dice così dai tempi dei tempi?!?!?!? Così è capitato che un giorno, parlando con una mia collega di possibili idee commerciali (aprire un agriturismo), mi sono messa alla ricerca di soluzioni immobiliari possibili, con un occhio di riguardo al costo (da buon "braccino corto", me lo dico da sola...). Così partendo dalla parola Asta (che racchiude in sé l’essenza del buon affare) e dalla parola Stazione Ferroviaria (perché avevo già letto di un ristorante tedesco aperto in una vecchia stazione), sono arrivata alla Conclusione: Agenzia del Demanio (Santo Google!). Per lo Stato si tratta di fare cassa con beni immobiliari inutilizzati, per le imprese ed i cittadini interessati di riqualificare un patrimonio spesso “originale” a costi contenuti, risultato finale: investimento a costi moderati per un locale fuori dal comune. L’Agenzia del Demanio ha infatti allestito una vetrina virtuale su internet dove è possibile visionare (ricercando per regione, città, prezzo o destinazione) tutti i possedimenti in vendita, per i quali, a partire da un prezzo di partenza spesso irrisorio, è possibile fare un’offerta (insomma le classiche aste immobiliari). Tralasciando appartamenti, negozi e terreni all’asta, l’occhio più fantasioso può così cadere (ci cade sicuramente!) su vecchie caserme delle forze dell’ordine abbandonate, stazioni ferroviarie dismesse, cabine demaniali (piccole ma non troppo se pensate ad un negozietto) o addirittura ex fortini dove poter realizzare un ristorantino o un bed and breakfast estremamente caratteristici e di sicuro effetto. Se siete amanti delle Rotaie (e delle ferrovie abbandonate...) invece provate a dare un'occhiata al sito delle Ferrovie dove potreste trovare soluzioni alternative legate al mondo delle locomotive, sembre in formato asta immobiliare! Ah! Dimenticavo: la mia amica poi l'agriturismo mica lo ha aperto!!!!
N9

ORIGINAL AND LOW COST PROPERTY: NEW BUSINESS
I must confess: my curiosity is open-ended! I always hunt for novelty, so one day talking with a friend about her new business idea (a restaurant in a old station in tuscany!!) i start a research into original and low cost piece of property. I combine "auction sale" + "railroad station" and (thanks god to create Google!) I’ve got it! On the display i see the government department which manages state-owned land and property. It's simple: government sell unusing property by auction sales or direct sales to make money, investors or city buys to moderate prices having an original property. Yes original, because it's probably that you try Firehouse or headquarters!! Try to search it in your country!! Oh, i forgot: at the end my friend has not opened the restaurant!!
N9

lunedì 1 agosto 2011

BANANE TAIPEI BAG: UNA BIRKIN PER TUTTE LE TASCHE

Non posso negarlo: ne ordinerò una appena avrò finito questo post! Beh?! Come si fa a resistere alla Banana Taipei, la borsa tipo Birkin made in Taiwan uscita sul mercato nel 2010 ma ancora oggi un must have per tutte le stagioni??!! Una borsa geniale: giovane e versatile grazie al tote bag style, ma anche glamour e nuova icona perchè immortala (davanti, dientro e addirittura sotto) la mitika Birkin di Hermes la borsa da migliaia di euro e liste di attesa chilometriche). Tutto merito di un gruppo di giovani creativi di Taipei che ha deciso di puntare su una moda ecologica e umoristica, che facesse attenzione alle tematiche ambientali e alla tradizione artigiana di Taiwan stando però al passo con i tempi e con la moda. Non per niente lo slogan dei "Banana" è "Yes" It's made in Taiwan" a sottolineare come, per una volta, da Taiwan arrivino idee geniali e non copie! L'attenzione alla tradizione cinese è così grande che i "Banana" designer hanno creato il loro logo in omaggio al calendario cinese: come il logo di Hermes (un cavallo con il carro), il logo Banana ogni anno cambia e il carro è trainato dall'animale dell'anno in corso, quest'anno da un coniglio! La Banane Taipei Eco Bag (uscita sul mercato il 1° aprile 2010, giorno del Pesce d'Aprile, scelta voluta proprio dai giovani stilisti!) è Eco-friendly perchè realizzata con tela di cotone 100%, stampata con materiale atossico e interamente fatta a mano. E come ogni borsa originale che si rispetti anche la Banane Taipei ha il suo bel numero seriale (perchè, da non credere, esistono le repliche tarocche anche di questa borsa!!!!), la sua sacca antipolvere e il libretto di garanzia. Per averla preparatevi ad attendere qualche mese, beh non sarà una Birkin ma c'è la lista di attesa anche qui: se la ordinate ora la Banane sarà nelle vostre mani tra ottobre e novembre, quindi armatevi di pazienza. Il costo? Intorno ai 100€ se considerate anche le spese di spedizione. Per essere sicuri di comprare l'originale Banane Taipei Tote Bag cliccate qui (sito ufficiale cinese, ma potete inviare una mail vi rispondono in poche ore!) oppure dal rivenditore US autorizzato!
N9

BANANE TAIPEI BAG: LIKE A BIRKIN BUT CHEAPER!
It's sure: before i complite this post i buy one of these! What? I talk about Banane Taipei Tote Bag, the bag like Hermes Birkin born in Taiwan last April 1° 2010 (yes it was April Fool's Day!!) but just today a must have!! The Banane Taipei it's young ad versatile, but also glamorous and new icon because has impressend the famous Birkin all over the bag! Thanks to a creative team which combined several people from different field that loves the idea of combining Taiwan's creative, unique, traditions and humorous ideas to create a great product. The attention for the Taiwans's tradition is so strong that the logo will be changed every year according to Chinese Zodiac, it is the way Banana's designers showing the respect for their own culture! This years the truck is pulled by a rabbit! Banane Taipei Eco Tote Series use 100% cotton canvas and non-toxic printing material to combine the master craftsmanship of Taiwan tradition together with the humorous thoughts of the new age. Like any original bag also the Banane Taipei has her serial number (because, you would not believe, there are also replicas of this bag!!), dust bag and warranty! Due to the long waiting list (like a Birkin!!) the approximate shipment date will be around October to November if you buy it now! Be patient! To make sure you buy the original Taipei Bananas Tote Bag click here (Chinese official website, but you can send an e-mail will respond in a few hours!) Or the U.S. authorized dealer!

sabato 30 luglio 2011

Casting x Modelle: Donna Moderna lancia la sfida "Donne vere"


Siamo sincere: non si tratta del solito casting per modelle, ma di qualcosa di diverso e rivoluzionario nel suo genere! Da ormai alcune settimane la rivista femminile Donna Moderna ha abbandonato l'utilizzo di modelle professioniste nei servizi moda, bellezza e design (ma anche in copertina!) per affrontare una nuova sfida, definitiva: dare spazio a donne normali (mamme, casalinghe e/o impiegate). Carine sì, fotogeniche pure ma con visi e fisici che hanno storie da raccontare, emozioni da trasmettere. Perchè, diciamoci la verità, siamo stanche di comprare vestiti o accessori dopo averli visti indosso a super top model belle e perfette che con noi, con qualche rotolino di troppo o centimetro in meno, non hanno niente a che fare. Cachet risparmiati, migliaia di candidature e una ventata di travolgente entusiasmo intorno alla rivista sono il risultato di questa importante novità per la rivista di punta di Arnoldo Mondadori. Così, se siete un po' narcise o avete voglia di provare un'esperienza diversa, almeno per un giorno, candidatevi perchè Donna Moderna sta cercando modelle per servizi fotografici! Basta iscriversi al sito, caricare due vostre fotografie (una in primo piano e una intera), inserire i vostri dati anagrafici e il gioco è fatto! Dovete solo incrociare le dita e aspettare che il telefono squilli!
N9

Italian Fashion Publishing Revolution: Stop Models!!!!!!
Something new and revolutionary is happening in the italian fashion publishing: the magazine Donna Moderna no longer will work with professional models, but only with natural woman (housewifes, secretary or teachers etc.). No joke: the fashion magazine looks for new faces, with stories to tell, emotions to be transmitted, for all services including the cover photo. Forever. Cachet saved and thousands of subscriptions are the results in few weeks! So, if you want to be a one-day-model or you want to try something different, only for one day, go to http://www.casting.donnamoderna.com/ Donna Moderna is looking for models for photo shoots! Just subscribe to the site, upload your photographs, enter your data and you're done! And waiting for!
N9

lunedì 11 luglio 2011

PROFESSIONE... VISUAL MERCHANDISER

Lunedì: lavoro...Ok facciamo finta che non l'ho detto! Vi ricordate la buona e vecchia vetrinista? Beh scordatevela...anche lei si è evoluta e per stare al passo con i tempi, tecnologici e virtuali, è diventata Visual Merchandiser. In sostanza si tratta di una consulente d'immagine, responsabile della comunicazione visiva all'interno del negozio; il suo lavoro consiste nel mettere in evidenza con creatività e senso scenico, il prodotto per attirare l'attenzione del consumatore. Le competenze di questa moderna vetrinista spaziano così dal marketing alla comunicazione, dall'ergonomia alla scienza cognitiva, il tutto stando al passo con le stagioni, le promozioni, gli eventi speciali e le ricorrenze.Adesso vi chiederete: come diventare una Visual Merchandiser? Se avete ottimo senso estetico, gusto, occhio fotografico e passione per la moda siete già a metà dell'opera. Il passo successivo è frequentare un corso specifico (della durata di uno o più anni)  in un'istituto riconosciuto. Ad oggi le scuole migliori per poter diventare VM sono: Polimoda (Milano) www.polimoda.com; Accademia del Lusso (Milano) www.accademiadellusso.com; Bocconi (Milano) www.sdabocconi.it; Lim College (New York) www.limcollege.edu; Institue specialize de la Mode (PAris) www.modspe.com.Se siete ancora più curiose e volete confrontarvi con chi la Visual Merchandiser la fa davvero, e magari volete cercare di carpire qualche dritta contattate su Facebook Marzia Buccieri, VM da oltre dieci anni.

HOW TO BECOME A VISUAL MERCHANDISER
Monday=Job...oh nooo!!! Ok talk about everythings else! Today one of the most required job is the visual merchandiser: so how to become a VM? First of all...what she do? She is an image consultant, responsable for visual communication in the shop: to sell a bag or a new t-shirt you must highlight the products with taste, creativity and aesthetic sense. Attract customers - attract customers! The skills? Ranging from Marketing communication, ergonomics to cognitive science, keeping pace with the seasons, promotions, special events and celebrations.Now: how to become a VM? There are a lots of schools in the world like Bocconi (Milano) http://www.sdabocconi.it/; Lim College (New York) http://www.limcollege.edu/ or Institue specialize de la Mode (PAris) http://www.modspe.com/.

domenica 10 luglio 2011

Faccia a Faccia con Novak Djokovic (new sexsimbol del tennis)

E' l'uomo del momento, in campo sportivo e non. Dopo Federer e Nadal nell'olimpo dei tennisti più fighi del mondo è arrivato anche Novak Djokovic, serbo classe 1987, recente trionfatore del Torneo di Wimbledon (ha battuto in finale il super cool Nadal)! Fisicato, ironico, burlone, amante della "condivisione" (provate a guardare i suoi profili FB e Twitter pieni di post personali e foto!!) ma purtroppo già accasato (con Jelena Ristic). Potevamo non scambiarci quattro chiacchiere "virtuali"?
Qual'è stata la cosa più bella che ti è successa durante il torneo?
"My fans made this song for me (Ja boo - DJoker) and I love it! such a great melody :) thank you!!! ALE ALE.... :)"
La coppa che hai vinto è stata nelle mani di tanti grandi e altrettanto belli....
"On my way to the airport, finally got a minute to see better "my precious" trophy. There is my name among so many great champions. I'm speechless :)"
Cosa pensi dei tuoi colleghi Federer e Nadal?
"Both of them are big champions. They came to my team and me after matches in locker rooms and wished us good luck. Great sportsmanship!"
Dicono che sei un gran mangiatore?
"Yeeeahhh!!! I like Cevapcici (a metà tra uno spiedino e un kebab...) in London, Serbian style barbecue!!!"
Un ultima cosa prima di salutarci?
"Its time for me to say it one more time. SRBIJA RULES! (Cosa volesse dire non lo sappiamo.....)"


FACE TO FACEBOOK WITH A NEW SEX SYMBOL: NOVAK DJOKOVIC!
After Federer and Nadal a new sex simbol is come in the Olympus Tennis: it's Novak Djokovic, serbian class 1987, winner in the latest Wimbledon! Ripped, ironic, joker, "sharing" addicted (try to look at his FB and Twitter profiles filled with photos and personal post!) but unfortunately already married off (with Jelena Ristic). So!! We chatted "virtualy" with him....
What was the best thing that happened to you during Wimbledon?
"My fans made this song for me (Ja boo - DJoker) and I love it! such a great melody :) thank you!!! ALE ALE.... :)"
The cup that you won was in the hands of big and beautiful sportif...

Novak e le sue passioni (i suoi cani e la racchetta)
"On my way to the airport, finally got a minute to see better "my precious" trophy. There is my name among so many great champions. I'm speechless :)"
What do you think about Federer or Nadal?
"Both of them are big champions. They came to my team and me after matches in locker rooms and wished us good luck. Great sportsmanship!"
Say you are a big eater..
"Yeeeahhh!!! I like Cevapcici (a metà tra uno spiedino e un kebab...) in London, Serbian style barbecue!!!"
One word before you say us goodbye?
"Its time for me to say it one more time. SRBIJA RULES! (really we dont know what he means...!)


giovedì 7 luglio 2011

64 candeline...in tour...per la Bamboo Gucci Bag!


Gucci Forever! Ops...”Bamboo Forever” dovrei dire, visto che stiamo parlando della mostra itinerante dedicata alla Bamboo Bag (la borsa con il manico di bambù) firmata Gucci. Oggi, 7 luglio (ma avete tempo fino al 9 luglio), il fashion tour fa tappa a Montecarlo (Avenue du Montecarlo, 5), quinto e penultimo appuntamento della mostra che ripercorre i 64 anni di “vita” di una delle borse più glamour della casa di moda italiana. Nata nei laboratori Gucci di Firenze nel 1947, la Bamboo Bag nasce con il manico in bamboo proprio per aggirare la penuria di materie prime del periodo bellico. Ecco come far diventare un'icona di stile un'oggetto nato per caso...!! La mostra, allestita all'interno delle boutique Gucci (ne sono state selezionate solo sei in tutto il mondo), presenta modelli vintage provenienti dagli archivi della griffe e fotografie storiche di celebrities (avete presente Ingrid Bergman e Vanessa Redgrave??? No..dico!!!) che hanno indossato la Bamboo nel corso degli anni. E dopo aver dato uno sguardo al passato con la mostra l'occasione è ghiotta per sbirciare la nuova collezione “New Bamboo” reinterpretata dal Direttore Creativo di Gucci Frida Giannini e sistemata appositamente negli scaffali con tanto di etichetta! Se il preavviso che vi ho dato è troppo breve per organizzare un piccolo viaggio, pensate che vi possano bastare 5 mesi? L'ultima tappa? Il 6 Gennaio a Saint Moritz!

 64 candles on the road ... ... for the Bamboo Gucci Bag!
Gucci Forever! Ops...”Bamboo Forever” it's the right exclamation! Infact I speak about the tour-show dedicated to Bamboo Bag (the bag with the bamboo handle) by Gucci! Today, July 7 (since July 9!) the fashion tour stopped in Montecarlo (Avenue du Montecarlo, 5) the second last date of the exhibition about 64 years of history of one of the most glamorous bag by Gucci. The Bamboo Bag (created with a bamboo handle because there were not others material in the war period) become an icon of the Gucci Style and so this exhibition (only in six boutiques in the world) show us her history through vintage models and photographs (do you know Ingrid Bergman and Vanessa Redgrave??? Woow!!). The past is not enought for you?? In the same boutiques you can also see the “New Bamboo”: a very fashionable model created by Frida Giannini creative director of Gucci! What? It's too late to go in Montecarlo to see this Gucci's Icon?????? 5 months are quite to go in Saint Moritz next January 6?!?!?!?

mercoledì 6 luglio 2011

PROFESSIONE PERSONAL SHOPPER


Facciamo come se la piccola pausa non fosse mai esistita!!! Ripartiamo da dove ci eravamo lasciati: tempo di saldi e di shopping! Comprare - comprare - comprare! Essere una personal shopper richiede studio ma anche attitudini particolari. Certo noi siamo nella maggior parte dei casi brave a vestirci e a vestire mariti e figli con gusto e occhio, ma sinceramente potrei scommettere quello che volete che almeno una volta (o forse anche due, tre, quattro... ok smetto) avete acquistato un accessorio o un top che poi non avete mai indossato, perché in fondo in fondo non è che vi piacesse più di tanto. Essere personal shopper di noi stesse (e degli altri) non è poi così difficile, basta seguire poche regole (ne bastano 5) per ridurre al minimo i “danni”.

1) Documentarsi sulle tendenze del momento magari sfogliando qualche rivista di settore o sbirciando in internet. Dovete conoscere tutto quello che gli stilisti hanno decretato che andrà di moda, colori, tessuti, motivi e generi, dall’abbigliamento agli accessori alle scarpe. Ovviamente il tocco in più sarà che sarete voi a fare la vostra moda.

2)  Fare un breve riepilogo di quello che avete nell’armadio, soprattutto dei capi saldi (quelli che alla fine indossate sempre dopo aver provato tutto l’armadio e aver esordito dicendo stasera mi vesto diversa). Questi sono quelli su cui dovreste far ruotare la scelta dei nuovi acquisti.

3)  Risparmiare denaro pur acquistando capi di moda. Sono di gran moda e se ne trovano in ogni città, hanno sconti fino al 90% dal prezzo originale e raccolgono firme di ogni genere. Sono gli Outlet…ma come abbiamo fatto a farne a meno fino ad oggi?!!!

4) Comprare completi o abbinati, basta all’acquisto di un singolo oggetto che poi finisce sempre che non sta con nient’altro di quello che abbiamo nel guardaroba. Top+gonna+sandalo, camicetta+jeans+decolté. Meglio comprare meno ma quando lo si fa farlo con criterio.

5)  Provare almeno un capo di abbigliamento, o accessorio, che a colpo d’occhio non avevate neppure preso in condirezione: potrebbe rivelarsi una scelta diversa e perché no azzeccata. Attenzione però non dovete scegliere una cosa che non vi piace, ma quella che vi lascia tanto indecise da farvi levare e riappendere la cruccia all’asta almeno una decina di volte.

Beh a questo punto potrebbe esservi venuta voglia di godervi un bel libro dove si raccontano le divertenti avventure di una personal shopper geniale nel trovare i capi più cool e trendy ma un po' meno a trovarsi un uomo (The Personal Shopper di Carmen Reid), oppure vorrete diventare una personal shopper di professione!!! Allora dovete leggere "Professione Personal Shopper - Segreti e strategie per trasformare lo shopping in business" di Monica Sirani oppure frequentare un vero e proprio corso per diventare personal shopper con tanto di attestato finale (http://www.accademiadellusso.com).


BE YOUR PERSONAL SHOPPER!!!
After a little break … start a new day!! It’s Sales time! Shopping – shopping – shopping! Being a personal shopper requires special skills. Of course we are able to dress our husbands and sons, but honestly I ask you: how many times (two, three, four ... ok I'll stop) you have purchased an accessory or a top that then you have never worn??? Being a personal shopper of ourselves (and others) is not that difficult, just follow a few rules (there are enough 5) to minimize the "damage".
1) Look at the trends of the moment, by reading a lot of magazine or “surfing” in internet. You have to know everything that the designers have decreed that will go fashionable: colors, fabrics, patterns and genres, from clothing to accessories to shoes. Obviously the extra touch that will be you to make your fashion.
2) Make a brief summary of what you have in the closet, especially the sales leaders (those who always wear at the end!!). These are the ones that you should rotate the choice of new acquisitions.
3)
Buy cheap fashion items, thanks to outlets.. but how did we do without it until now?!

4) Buy full or in combination, simply purchase a single object that then is not that always ends up with nothing more than what we have in the wardrobe. Top + skirt + sandal + blouse + jeans cleavage. Better to buy less but when you do it wisely.

5) Try at least one article of clothing or accessory, at a glance that you had not even taken into the Co: You may be a different choice and why not apt. But be careful you do not have to choose something that you do not like, but one that leaves you undecided as to make you hang up the crutch and raising auction at least a dozen times.
It’s so symple but funny and cool!!!!!!!

mercoledì 11 maggio 2011

ESTATE 2011: TATOO NATURALE GRAZIE AL BIKINI FASHION!

Buonasera a tut le monde! Essere alla moda è sempre un modo per stare al passo con i tempi e sfoggiare cose nuove...e che ne pensate se vi dicessi che stavolta potete letteralmente lasciare il segno???? www.kiskin.it è il nuovo link da cliccare per la prova costume di quest'estate! L'idea? Il tatoo temporaneo realizzato dal sole! Il segno del costume è sempre stato considerato un difetto noioso da nascondere soprattutto per noi donne! Da oggi il segno non sarà più un difetto da coprire ma un particolare da esibire...come un tatuaggio. Sul link che vi ho postato esistono vari modelli di questi particolari bikini che permettono ai raggi del sole di disegnare un vero e proprio tatoo sulla pelle. Un modo per distinguervi e...lasciare il segno! Scegliete il modello che vi piace di più e via.... al sole!!!

SUMMER 2011: SUN TATOO WITH THE FASHIONABLE BIKINI!!

Good evening to everybody! Being fashionable is always a way to keep up with the times and show off new things ... and what do you think if I told you that you can literally make his mark this time?? www.kiskin.it is the new link to click to the test suit this summer! The idea? The temporary tattoo made from the sun! The sign of the costume has always been considered a defect boring to hide especially for us women! From today, the sign is no longer a failure to cover a particular show ... but as a tattoo. On the link that I posted there are several models of this particular bikini that allow sunlight to draw a real tattoo on your skin. One way to distinguish e. .. leave a mark! Choose the model you like and go to the beach!!!!

martedì 19 aprile 2011

HERMES: LA MODA DI CARTA E' GRATIS PER TUTTI!


Dopo la Paper Birkin ecco un nuovo regalo gratuito firmato Hermes: il bracciale collare “Medor”, ovviamente…di carta. Lo storico marchio parigino Hermes, infatti, da un po’ di tempo si sta divertendo a pubblicare sul proprio sito internet svariati pdf contenenti disegni da ritagliare ed istruzioni di montaggio, per realizzare in proprio la storica borsetta di Hermes. Un’idea geniale mi viene da dire, anche perché, diciamocela tutta, nessuna di noi può permettersi di comprarne una vera!!! Magari!! Circa un anno fa sul sito della casa parigina comparve un vero e proprio kit di montaggio per realizzare una Brikin di carta, addirittura in sei varianti di colore. L’esperimento ha suscitato così tanto interesse che Hermes ha deciso di replicare. Infatti da alcune settimane è possibile selezionare, scaricare, stampare, tagliare, piegare e incollare le varie parti del bracciale “Medor” che assomiglia… ad un collare per cani. Anche questa volta è possibile scegliere tra le sei varianti di colore (ma perché non stamparli tutti, dico io?!!?) ma attenzione! Non è che sia così semplice montare questo fantastico bracciale, armatevi di pazienza e provate, provate e riprovate. In fondo per un bracciale di Hermes dovreste spendere come minimo 390 €, quindi se impiegherete anche alcune ore per realizzarne uno in carta, ne sarà valsa la pena!!! Correte su http://lesailes.hermes.com/it/it/ con il cursore scorrete la pagina verso il basso, qui troverete l’immagine del bracciale, cliccateci sopra e scegliete il Vs!!!!  BY N9

HERMES: FREE PAPER BRACELET FOR ALL!
After the Paper Birkin, Hermes signed a new free gift: the Bracelet "Medor" made in ... paper. The historical parisian brand Hermes, a few months ago, publish on its website drawings and instructions, to realize their historic Hermes handbag. A brilliant idea!  Because, let's face it all, none of us can afford to buy a real! Maybe! The experiment of the “Paper Birkin” has aroused so much interest that Hermes has decided to make a “bis”. In fact, now you can select, download, print, cut, fold and glue the various parts of bracelet "Medor" that looks like ... a dog collar! You can choose between six different colors (but why not print them all, I say ?!!?) but beware! Not that it's so easy to mount this fabulous bracelet, be patient and try, try and try again. Think that a Hermes bracelet cost around $ 390, so if it will take several hours to realize in a paper, it will be worth it! Hurry up http://lesailes.hermes.com/it/it/ with the cursor down the page down, you will find the image of the bracelet, click it and choose your!!!

sabato 16 aprile 2011

A.A.A VOGUE.IT CERCA MODELLE!!!

La notizia è di quelle da non perdere: un casting per modelle aperto a tutte, magre o rotondette, alte o basse, bionde, brune o rosse, giovani e meno giovani. Basta uploadare su PhotoVogue (http://www.vogue.it/photovogue) la propria fotografia e…..aspettare! L’idea è della direttrice di uno dei settimanali più letti dalle donne di tutto il mondo, Franca Sozzani a capo di Vogue Italia, che ha pubblicato l’insolita iniziativa sul suo personalissimo blog. Da sabato 16 aprile a martedì 26 aprile, chiunque (e dico proprio chiunque) uomini o donne potranno caricare una o più fotografie sul sito della rivista e sperare di essere selezionati per comparire (magari in una campagna pubblicitaria speciale) sulle pagine patinate della rivista!!! E a spronare le aspiranti modelle è proprio la Direttrice che attraverso il suo blog scrive: “Come sempre provate anche se non siete sicuri. Mandate e caricate foto. Non è la qualità fotografica in questo caso, ma è la fotogenia della persona. Non fermatevi davanti a foto non perfette. È il contenuto quello che conta. Provare non costa niente e potete aiutare voi stessi o amici e amiche o chiunque riteniate idonee/i a diventare modelle/i”. La selezione degli scatti migliori sarà affidata alla Redazione di Vogue.it e le fotografie più belle saranno pubblicate nel weekend del 30 aprile al 1 maggio. Collegatevi a questo link e seguite le indicazioni per lanciarvi nel mondo della moda!! In bocca al lupoooo!!!
N9
VOGUE.IT SEARCH NEW MODELS!!!
Don’t miss this new: a casting’s model open to all, thin or curvy, high or low, blondes, brunettes or red, young or old!! Simply upload up PhotoVogue (http://www.vogue.it/photovogue) your photo ... ..and wait! Franca Sozzani, director of Vogue Italia, have published this idea on her personal blogpersonal blog. From Saturday, April 16 to Tuesday, April 26, everyone (it’s true!!) men or women can load one or more photos on the website of the magazine and hope to be selected to appear on the glossy pages of Vogue! ! Franca Sozzani write in her blog: "As always, try it if you're not sure. Send and upload photos. It is not the picture quality in this case, but the person is photogenic. Also if the picture is not perfect. We look to the content not to the quality. Try it costs nothing and you can help yourself or friends and girlfriends or anyone deemed appropriate / ia become Girls / Boys ". The selection of the best shots will be entrusted to the managing editor of Vogue.it and the best photographs will be published over the weekend of April 30 to May 1. Connect to this link and follow the signs to plunge into the world of fashion! Go go go!!!
N9

giovedì 14 aprile 2011

SCARPE COOL: DAL BRAZILE LE MELISSA DI GOMMA

Melissa + Irmaos Campana

Melissa + Isabela Capeto
I brasiliani le fanno meglio. Cosa? Ma le scarpe!! In particolare quelle di gomma, super comode e super fashion. Melissa (grazieee a Viv la Chic per avermi fatto scoprire un mondo!!) è il brand brasiliano più famoso nella produzione di scarpe interamente realizzate in pvc, potevo io non parlarne?!?! Certo che no!!! Ballerine, flip flop, ciabatte con zeppa, sandali, decoltè, stivali e tronchetti (modelli tutti realizzati interamente in materiale gommoso di estrema comodità) stanno spopolando da tempo e ora che l’estate si avvicina negozi e shop online ne sono pieni. Molte avranno sentito parlare dei modelli Melissa realizzati in collaborazione con alcuni degli stilisti e designer più famosi della moda: il sandalo con passanti e tacco a stiletto firmato Jean Paul Gaultier, la “selvaggia” ballerina di Irmaos Campana e ancora lo stivaletto fatto di bolle del designer Gaetano Pesce. La collezione più ricercata rimane però la Melissa + Vivienne Westwood Anglomania la cui caratteristica inconfondibile rimane il cuore (e successivamente la palla, il fiocco e il bollo) sistemato sulla punta del decoltè open toe (ma anche del sandalo). Il must per l’estate 2011 sarà però il modello ideato dalla fashion designer braziliana Isabela Capeto, un sandalo senza tacco con passante dietro realizzato interamente con fiorellini e dai colori sgargianti! Qualunque sia il modello che sceglierete (www.melissa.com.br per vederli tutti) sappiate che i colori sono super fluo, decisi e intensi come andranno di moda quest’anno!!!!! La scarpa di gomma è così cool che anche altri marchi hanno deciso di lanciarsi nel mercato. E chi non lo farebbe!?!?! Alcuni esempi? Grendha (che punta sulle infradito e sulle ballerine), Butterflydream (per chi ama sandali e ballerine), Juicy Couture (possibile non innamorarsi delle ballerine aperte con gioiello??) ma anche marchi di design come Kartell che nel 2008 ha affidato la realizzazione della sua prima di linea di scarpe in pvc al brand di abbigliamento Normaluisa e poi non si è più fermato. E ora: dopo la teoria, passiamo alla pratica!!!!! Per un po’ di sano shopping gommoso? Date un’occhiata a questi siti www.thecorner.com, www.cachetdesignershoes.co.uk e www.thefind.com. E mi raccomando: non spendete troppoooo!!
N9

Melissa + Vivienne Westwood
BRAZILIAN RUBBER SHOES: SUMMER HIT!
Brazilians do it better! What?! The shoes!!! The best are rubber shoes very cool and very confortable. Melissa (thanks to Viv La Chic to make me discover a new “world”) is the most popular brazilian brand making pvc shoes. So fantastic!! I must talk about it!!! Of course!! Flats, flip flops, sandals, boots and ankle boots are popular for a long time but now that summer is approaching stores and online shops are full. Melissa models are created in collaboration with some of the most famous fashion designers: the high-heels sandal by Jean Paul Gaultier, the "wild" flat by Irmaos Campana or the boot made of bubbles by Gaetano Pesce. But the must popular collection is Vivienne Westwood Anglomania + Melissa with a heart (or a ball, a ribbon etc.) placed on the tip of the open toe cleavage. But the must have for summer 2011 will be the model created by the brazilian fashion designer Isabel Capeto, a low-heels sandal made entirely of flowers and in fantastic variety of colors! Whichever model you choose (www.melissa.com.br) know that fluo colors are super and very cool this summer !!!!! Other brands have decided to jump into the market. Some examples? Grendha, Butterflydream, Juicy Couture and also designer brands like Kartell! And now, after theory we go to practice! For a rubbery shopping check out these sites www.thecorner.com, www.cachetdesignershoes.co.uk and www.thefind.com. And please: do not spend too much!
N9

lunedì 11 aprile 2011

PAZZI PER LE COMPRESSE!


L'ho adorata dal primo momento che l'ho vista. Non che ne abbia davvero bisogno, ma una volta che uno la scopre c'è da chiedersi se d'ora in poi ne può fare a meno!?!? Sto parlando della linea Napkin che produce salviette, t-shirt e asciugamani compressi. Sì non avete letto male, "compressi": strizzati e pressati fino ad assomigliare ad una pasticca medicinale o ad una pastiglia per la lavastoviglie! Non è assolutamente geniale? Una goccia d'acqua e la salvietta 100% cotone o l'asciugamano in spugna (entrambi in forma di pasticca) si gonfiano e tornano al loro stato originale (un po' come quelle spugne da bagno che andavano anni fa a forma di bastoncino che una volta bagnate si aprivano come fisarmoniche). Ci sarà pure un'occasione per servirmene? Ci deve essere! Anche perchè sono così attraenti esteticamente racchiuse nelle monodosi tipo caramella o nel fantastico blister proprio come quello delle medicine! Non ci sono però soltanto salviette e asciugamani, ma anche t-shirt e veri e propri kit di “salvataggio”! Dai! Vi sarà capitato di restare a dormire fuori o di esservi macchiate una maglietta e senza avere il ricambio? Se nella borsa avete una pratica e minuscola pastiglia-tshirt il problema è risolto! Oppure un Kit Viaggio (T-Shirt + Asciugamano + Salvietta e bustina trasparente) o un Kit Emergenza Auto (Torcia + guanto + Mantellina e Salvietta compressi) G-e-n-i-a-l-e!!!! Se siete stra-curiose sbirciate su http://www.napkin.it/!!!

CRAZU FOR THESE PILLS!
Love at first sight! I swear! I'm talking about Napkin line that produces compressed t-shirts and towels. And now I can not help it, also if I don’t use !! Yes, I say “compressed” like a pill or a tablet: isn’t it absolutely brilliant?!?!?! A drop of water and the towel 100% cotton or the t-shirt (both in tablet form) return to their original state. How can I use them? There must be a moment! Also because they are so attractive in single-dose blister like a candy! Hereinafter  towels and napkins, there are t-shirts and so many "rescue" kit! Come on! You sleep outside? You have a dirty t-shirt? If you have these special “pills” the problem is solved! Or a Travel Kit (T-Shirt + Towel + transparent bag and towel) or a car emergency kit (flashlight + glove + towel cape and compressed) Brilliant!! If you're curious visit http://www.napkin.it/!